Il giunto di posa, il centro delle norme tecniche per serramentisti

Il giunto di posa è stato l’argomento con cui è iniziata la seconda lezione del corso Propedeutico alla certificazione delle Competenze del Posatore di serramenti. Per oltre tre ore Samuele Broglio ha parlato, con la consueta competenza tecnica, di scelta, dimensionamento, sigillatura dei giunti di posa. di seguito l’introduzione alla lezione.

Premessa: Giunto primario e secondario

Il giunto di posa è composto da due elementi: giunto primario e giunto secondario. Come giunto primario si intende il giunto che sigilla tra muro e controtelaio. Il giunto secondario sigilla tra controtelaio e telaio fisso del serramento.

Il giunto primario può essere di diretta responsabilità dell’installatore, mentre il giunto secondario è sempre di direttaresponsabilità dell’installatore.

Ciò significa che l’installatore può, volendo, procedere alla posa del controtelaio ma deve procedere alla posa del serramento.

Abbiamo due possibili tipologie di giunti di posa: giunto di posa in battuta  e giunto di posa in luce.

Giunto di posa in battuta

Giunto di posa in battuta  (o ad elle) ha come  caratteristica quella di avere il fronte del giunto di posa protetto. Vi è una “L” che sormonta sul davanti tutto il giunto di posa

.

Nel giunto ad elle abbiamo il fronte della nostra  coppia di giunti coperta da una quinta di muro.

Proprio per questa caratteristica il giunto  in battuta é un giunto che da un punto di vista progettuale è sempre preferibile, soprattutto e principalmente se si devono raggiungere performance acustiche.

 L’acustica è di difficile gestione perché è pesantemente influenzata da piccole difformità. Quindi se davanti al giunto c’è  una protezione muraria è tanto di guadagnato.

Giunto in luce

Nel giunto in luce, invece, la coppia di giunti primario e secondario risulta esposta completamente e direttamente all’azione degli agenti esterni.

 Tipico dei monoblocchi, il giunto il luce può essere usato anche per la posa in opera di finestre prive di questo elemento.

.

Il giunto in Luce  è più semplice dal un punto di vista della struttura muraria ma nettamente più difficile da un punto di vista dell’opera tecnica di istallazione.

Il giunto in luce potrebbe dare non pochi problemi a fronte di qualsiasi piccola imperfezione. Quasta debolezza intrinseca  del giunto il luce è poco evidente se nei monoblocchi vista la profondità del giunto. Nel caso di serramenti 68/75/80 montati in luce, invece,   dobbiamo sapere che siamo di fronte ad un giunto potenzialmente  ad altissimo rischio.

Le dimensioni del Giunto

Le dimensioni del giunto sono influenzate da decine di fattori. Essenzialmente però il suo dimensionamento è influenzato dal dover essere correttamente posizionato.

Se abbiamo un giunto largo 8 cm, scordiamoci di sigillarlo a regola d’arte. Quel giunto sarà sempre una debolezza. Lo stesso dicasi per i giunti troppo piccoli.

Se usiamo la schiuma dobbiamo avere un giunto di dimensioni tali che ci permetta di arrivare a sigillare fino in fondo senza lasciare buchi.

Se usiamo i nastri dobbiamo aver un giunto di dimensione tali da permettere di far passare il nastro..

Norme tecniche Approfondite

Durante la seconda lezione del corso per la certificazione delle competenze del serramentista sono state approfondite le seguenti norme tecniche:

  • Acustica in edilizia – Posa in opera di serramenti e altri componenti di facciata – Criteri finalizzati all’ottimizzazione dell’isolamento acustico di facciata dal rumore esterno UNI 11296
  • Serramenti esterni e facciate continue – Criteri di scelta delle caratteristiche prestazionali di permeabilita’ all’aria, tenuta all’acqua e resistenza al carico del ventoUNI 11173
  • Vetro per edilizia – Raccomandazioni per la messa in opera – Principi di posa per vetrate verticali ed inclinateUNI 12488
  • Posa in opera di serramenti – Parte 1: Requisiti e criteri di verifica della progettazione UNI 11673

Registrazioni

Le registrazioni integrali del corso e il materiale integrativo è a disposizione dei soli partecipanti. per informazioni Ufficio Categorie e mercato, referente Dottor Pietro Della Ferrera (pietro.dellaferrera@artigiani.sondrio.it)

certificazione delle competenze, Master serramenti, Qaid, Samuele Broglio

Seguici sui social

Rimani sempre in contatto con noi e aggiornato sulle nostre iniziative

Confartigianato Imprese Sondrio
Largo dell’Artigianato, 1 - 23100 Sondrio
Telefono 0342.514343 Fax 0342.514316
C.F. 80003370147 - P.IVA 00582080149 
PEC: confartigianatoimpresesondrio@legalmail.it

Confartigianato - informativa privacy

Unidata s.r.l con unico socio
Largo dell’Artigianato, 1 - 23100 Sondrio
Telefono 0342.514343 Fax 0342.514316
C.F. 00481790145 - N.REA SO-36426
PEC: unidata.sondrio@legalmail.it
Cap. soc. euro 100.000,00 i.v.

Unidata - informativa privacy

CONTATTI