Skip to main content
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Tag: Autotrasporto

Autotrasporto, Truck & Bus 2024: dal 13 al 19 maggio la seconda campagna di controlli stradali

Dal 13 al 19 maggio si terrà il secondo appuntamento del 2024 sulla campagna di sicurezza stradale “Truck & Bus” organizzata dal network europeo di cooperazione delle Polizie stradali Roadpol.

I controlli coinvolgeranno mezzi pesanti e bus, e si svolgeranno sulle strade dei Paesi aderenti al network (tutti i Paesi della U.E, tranne Grecia e Slovacchia, oltre alla Svizzera, la Serbia e la Turchia e in qualità di osservatore la Polizia dell’Emirato di Dubai e Emirati Arabi Uniti) e riguarderanno le condizioni dei veicoli e del carico, il rispetto dei tempi di guida e di riposo, il cronotachigrafo, i documenti di accompagnamento e anche le condizioni psicofisiche dei conducenti.

Traforo Monte Bianco: chiusura al traffico dal 2 settembre al 16 dicembre 2024

GEIE-TMB, l’organismo che gestisce il traforo del Monte Bianco ha annunciato la chiusura totale al traffico dal 2 settembre al 16 dicembre 2024, per il rifacimento di 600 metri di volta, su due tratti di 300 metri ciascuno.

I lavori di manutenzione straordinaria erano stati pianificati nel 2023 ma sono stati rinviati di un anno dalla Commissione intergovernativa Italia-Francia a causa della frana che rese necessaria la chiusura della ferrovia del Frejus.

La chiusura al traffico è prevista per un totale di 15 settimane consecutive e inizierà da lunedì 2 settembre alle ore 17, fino a lunedì 16 dicembre fino alle 17.

La mappa degli itinerari alternativi è disponibile al seguente link:
https://www.tunnelmb.net/it-IT/news/da-settembre-a-dicembre-2023-risanamento-della-volta-del-traforo

Vertenza BRT UNATRAS: avviato tavolo di confronto nazionale per la tutela dei fornitori dell’autotrasporto

A fronte delle pressanti richieste avanzate dal coordinamento unitario delle associazioni dell’autotrasporto UNATRAS, per il tramite dell’associazione FEDIT, è avviato formalmente il tavolo di confronto nazionale sul processo di riorganizzazione dei Fornitori avviato dal corriere BRT Spa.

Dopo aver manifestato il grave stato di disagio che stanno vivendo centinaia di padroncini fornitori di BRT a seguito del recesso unilaterale dei contratti in essere, UNATRAS presente con una delegazione guidata dal Segretario generale Sergio Lo Monte con Patrizio Ricci, Mauro Concezzi e Paolo Melfa ha richiesto informazioni dettagliate ai vertici BRT sulle azioni che sta mettendo in campo, lamentando un approccio poco trasparente e senza preventivo coinvolgimento informativo degli operatori dell’autotrasporto.

Infatti, in varie parti d’Italia, i fornitori che in questi anni hanno prestato servizio per l’azienda spesso in monocommittenza e investendo risorse sul rinnovo dei mezzi, rischiano di trovarsi in estrema difficoltà senza più un lavoro dall’oggi al domani.

In rappresentanza di BRT, il CEO Stefania Pezzetti ed un gruppo di manager, confermando la totale disponibilità ad un dialogo costante con UNATRAS, hanno tenuto a rassicurare che non ci sarà alcuna ripercussione sociale e che c’è la volontà di garantire tutti i fornitori coinvolti vagliando le soluzioni possibili, fermi restando i vincoli imposte dal piano concordato con il Tribunale di Milano.

Nello specifico, pur ribadendo la regolarità e correttezza della posizione assunta con la riorganizzazione interna, i vertici BRT convengono sulla richiesta di: aprire subito un tavolo di confronto tecnico che possa valutare – entro un periodo ragionevole – tutte le opzioni concretamente disponibili rispetto alle diverse esigenze manifestate; sospendere – in attesa della conclusione dei lavori del costituendo tavolo tecnico – l’invio di ulteriori comunicazioni di recesso a quei Fornitori che non presentino evidenti rilievi di compliance e/o che non operino all’interno di filiali nelle quali risulta avviato un processo di consolidamento.

BRT si impegna inoltre a continuare a garantire la massima qualità possibile di servizio, avendo come obiettivo lo sviluppo virtuoso e sostenibile del business, in attuazione di una politica aziendale improntata ai valori di trasparenza, integrità e rispetto delle norme a tutela dei lavoratori.

BRT Spa FEDIT e UNATRAS confidano di portare avanti interlocuzioni corrette e stabili, operando nello spirito di fattiva collaborazione.

Trasporti – Europa: il Parlamento UE lavora per la riforma delle patenti

Il Parlamento Europeo ha recentemente assunto la sua posizione sul testo proposto dalla Commissione per la riforma delle patenti.

Tra le novità introdotte va segnalata quella che riguarda gli esami per conseguire la patente, che dovranno comprendere nozioni sulla guida in condizioni di neve o scivolose, l’uso sicuro del telefono durante la guida, i punti ciechi, i sistemi di assistenza alla guida e la sicurezza dell’apertura delle porte del veicolo.

Per quanto concerne ii periodo di tempo di validità della patente, questo viene esteso a 15 anni per motocicli e autovetture e la mantiene a cinque anni per i veicoli industriali e autobus.
Il testo apre alla possibilità di autovalutazione sulla propria idoneità alla guida quando viene rilasciata e rinnovata una patente, lasciando ai paesi dell’UE la decisione di sostituirla con un esame medico con controlli sulla vista e sulle condizioni cardiovascolari. Resta però l’obbligo di visita per le patenti superiori.

È stata inoltre approvata anche la patente digitale, ma resta la facoltà di ottenere quella cartacea se richiesta.

La parte che riguarda i neopatentati prevede un periodo di prova di almeno due anni, durante i quali sarebbero soggetti a determinate restrizioni, come limiti di alcol più severi durante la guida e sanzioni più severe in caso di guida non sicura.

Una importante innovazione riguarda l’autotrasporto, in quanto viene abbassato il limite di età per conseguire le patenti per i camion e autobus a 18 anni, con la possibilità di scendere a 17 anni se accompagnati da un conducente esperto (per le categorie C e C1).

La proposta di modifica contempla anche la possibilità di convertire il Certificato di abilitazione professionale dei soggetti provenienti da Paesi extra-comunitari.

Tachigrafi intelligenti – obbligo di retrofit per i veicoli operanti in uno stato membro diverso da quello di registrazione – scadenze del 31/12/202024 e del 18/08/2025

Il Regolamento (UE) 2020/1054 del Parlamento europeo e del Consiglio del 15 luglio 2020 ha disposto l’obbligo di sostituzione dei tachigrafi di generazione precedente al tachigrafo intelligente di seconda generazione per i veicoli adibiti ai trasporti transfrontalieri.

Per i veicoli attualmente equipaggiati con tachigrafi analogici o digitali non intelligenti la scadenza perentoria per la sostituzione del dispositivo è il 31/12/2024, mentre, per i mezzi
dotati di tachigrafo intelligente di prima generazione, è il 18/08/2025.

Al fine di evitare una eccessiva concentrazione delle operazioni di retrofit nell’imminenza delle scadenze, con il rischio di non poter garantire la sostituzione entro i termini previsti,
si invitano le imprese interessate dalle prossime scadenze a procedere alla sostituzione dei dispositivi già in occasione delle ispezioni periodiche (almeno biennali ex art. 23 reg. 165/2014) dei tachigrafi.

Per tutte le informazioni è possibile rivolgersi all’Ufficio Metrico della Camera di Commercio di Sondrio (tel. 0342.527.111 – e-mail metrico@so.camcom.it).

Cantiere per i Lavori di manutenzione straordinaria S.S. 36 “del Lago di Como e dello Spluga”

In data 25 marzo 2024 ANAS ha emesso una nuova Ordinanza relativa alla necessità di ulteriori chiusure della SS36 del Lago di Como e dello Spluga per consentire i lavori di manutenzione straordinaria.

Nel dettaglio:

Direzione Nord – restringimento carreggiata destra dal km 64+500 al km 64+600, su piazzola di sosta a partire dalle ore 21:00 del 26/03/2024 fino alle ore 05:00 del 30/06/2024; interesserà tutti gli utenti.


Direzione Sud – restringimento carreggiata sinistra dal km 65+700 al km 65+800, su piazzola di sosta a partire dalle ore 21:00 del 26/03/2024 fino alle ore 05:00 del 30/06/2024; interesserà tutti gli utenti.

In data 26 marzo 2024 ANAS ha emesso due ulteriori Ordinanze relative alla necessità di chiusura della SS36 del Lago di Como e dello Spluga per consentire i lavori di manutenzione straordinaria.

Nel dettaglio: Carreggiata Nord Direzione Sondrio

  • chiusura al traffico dal km 57+680 al km 75+300, su tutte le corsie, il 2/04/2024 nella fascia oraria dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; interesserà tutti gli utenti.
  • restringimento carreggiata destra dal km 57+680 al km 75+300, su corsia di marcia, corsia di sorpasso, chiusura alternata, a partire dall’8/04/2024 fino all’11/04/2024 nella fascia oraria dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; interesserà tutti gli utenti.
  • restringimento carreggiata destra dal km 57+680 al km 75+300, su corsia di marcia, corsia di sorpasso, chiusura alternata, a partire dal 15/04/2024 fino al 18/04/2024 nella fascia oraria dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; interesserà tutti gli utenti.
  • chiusura al traffico dal km 57+680 al km 75+300, su tutte le corsie, a partire dal 21/04/2024 fino al 23/04/2024 nella fascia oraria dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; interesserà tutti gli utenti.

Carreggiata Sud Direzione Lecco 

  • chiusura al traffico dal km 75+300 al km 58+000, su tutte le corsie, a partire dal 3/04/2024 fino al 5/04/2024 nella fascia oraria dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; interesserà tutti gli utenti.
  • chiusura al traffico dal km 75+300 al km 58+000, su tutte le corsie, a partire dall’8/04/2024 fino al 12/04/2024 nella fascia oraria dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; interesserà tutti gli utenti.
  • chiusura al traffico dal km 75+300 al km 58+000, su tutte le corsie, a partire dal 15/04/2024 fino al 19/04/2024 nella fascia oraria dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; interesserà tutti gli utenti.
  • restringimento carreggiata sinistra dal km 75+300 al km 58+000, su corsia di marcia, corsia di sorpasso, chiusura alternata, a partire dal 22/04/2024 fino al 23/04/2024 nella fascia oraria dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; interesserà tutti gli utenti.

Durante la chiusura al transito della carreggiata Nord della S.S. 36, il traffico sarà deviato allo svincolo di Abbadia Lariana (km 57+680) lungo la S.P. 72 e lungo la S.S. 754, con rientro in S.S. 36 allo svincolo di Bellano (km 75+300), contemporaneamente sarà chiusa la rampa di immissione dello svincolo di Mandello del Lario al km 60+000.
Durante la chiusura al transito della carreggiata Sud della S.S. 36, il traffico sarà deviato allo svincolo di Bellano (km 75+300) lungo la S.S. 754 e la S.P. 72 con rientro in S.S. 36 allo svincolo di Abbadia Lariana (km 58+000).

Cantiere per i Lavori di manutenzione straordinaria S.S. 36 “del Lago di Como e dello Spluga”

Nelle date 13 e 14 marzo 2024 ANAS ha emesso due nuove Ordinanze relative alla necessità di ulteriori nuove chiusure della SS36 del Lago di Como e dello Spluga per consentire i lavori di manutenzione straordinaria.

Nel dettaglio:
Direzione Sud – chiusura al traffico dal km 75+280 al km 91+600, su tutte le corsie il 20/03/2024 nella fascia oraria dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; il 25/03/2024 nella fascia oraria dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; 

il 26/03/2024 nella fascia oraria dalle 21:00 alle 05:00del giorno successivo; interesserà tutti gli utenti.
Durante il periodo di chiusura della carreggiata sud della S.S. 36 la circolazione veicolare verrà deviata allo svincolo di Colico “Trivio di Fuentes” (km 91+600) sulla S.P 72 e sulla S.S. 754, con rientro in S.S. 36 allo svincolo di Bellano (km 75+280) mediante segnaletica di indicazione posizionata in loco, 

contemporaneamente saranno chiusi gli svincoli di Piona e di Dervio.

Direzione Nord – chiusura al traffico dal km 75+280 al km 91+600, su tutte le corsie il 21/03/2024 nella fascia oraria dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; il 

27/03/2024 nella fascia oraria dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; interesserà tutti gli utenti.
Durante il periodo di chiusura della carreggiata nord della S.S. 36 la circolazione veicolare verrà deviata allo svincolo di Bellano (km 75+280) sulla S.S. 754 e sulla S.P 72, con rientro in S.S. 36 allo svincolo di Colico “Trivio di Fuentes” (km 91+600) mediante segnaletica di indicazione posizionata in loco.

Sempre in Direzione Nord – chiusura al traffico dal km 57+680 al km 75+300, su tutte le corsie  

il 20/03/2024 nella fascia oraria dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; interesserà tutti gli utenti.

Durante la chiusura al transito della carreggiata Nord della S.S. 36, il traffico sarà deviato allo svincolo di Abbadia Lariana (km 57+680) lungo la S.P. 72 e lungo la S.S. 754, con rientro in S.S. 36 allo svincolo di Bellano (km 75+300), contemporaneamente sarà chiusa la rampa di immissione dello svincolo di Mandello del Lario al km 60+000.

Autista di mezzi pesanti in Provincia di Sondrio. Seconda edizione del corso e nuove opportunità di lavoro

Dopo il grande successo della prima edizione svoltasi nel corso del 2022, Confartigianato Imprese Sondrio e Synergie Italia Agenzia per il Lavoro Spa in partnership con Risorse Italia, promuovono e organizzano una nuova edizione dell’innovativo progetto formativo ‘Academy Professione Autista in Valtellina’.

Questa seconda edizione è strutturata in due percorsi paralleli, uno finalizzato al conseguimento della patente C, per il trasporto merci, e del titolo abilitativo per condurre mezzi pesanti (CQC) e uno per il conseguimentodella patente D, per il trasporto persone, e del titolo abilitativo (CQC). Il percorso formativo è offerto gratuitamente ai partecipanti grazie al finanziamento del fondo Forma.Temp.

“La carenza di autisti nel settore del trasporto persone e del trasporto merci – sottolineano il Presidente della Categoria Autotrasporti di Confartigianato Sondrio Fausto Acquistapace e Daniele Gavazzi Vicepresidente e referente per il settore Trasporto persone – è uno dei tanti problemi che attanagliano le imprese dell’autotrasporto e della logistica che sembra non trovare ancora una soluzione stabile. Con questo progetto vorremmo raggiungere due importanti obiettivi: andare incontro alle necessità delle aziende del territorio, formando nuovi autisti, dando quindi la possibilità di ridurre il costo per l’ottenimento delle patenti professionali e rivalutare la figura e la professione dell’autista.”

L’Academy vuole offrire a disoccupati e inoccupati una nuova opportunità di ricollocarsi sul mercato contando su un percorso formativo altamente qualificante. Tutti i partner ed i soggetti coinvolti nell’iniziativa puntano all’avvio del corso nella seconda metà del mese di aprile per svilupparsi nei mesi di maggio e giugno.  L’obiettivo è quello di avere 20 nuovi autisti pronti per il mercato del lavoro entro l’estate 2024. Il 7 marzo prossimo è previsto un webinar di presentazione dedicato alle imprese che operano nel settore del Trasporto (merci e persone).

Le richieste di adesione da parte delle imprese e le candidature di coloro che sono interessati al corso dovranno pervenire alla filiale di Sondrio di Synergie: sondrio1@synergie-italia.it; per informazioni è possibile rivolgersi allo 0342 210196 oppure al 338.6460164.

I candidati, dopo un’attenta selezione, potranno partecipare al corso e acquisire le competenze sia per il superamento dell’esame, le patenti C, D, CQC, sia avere un immediato coinvolgimento nell’attività aziendale a cui vorrebbero aspirare. Il corso formativo avrà una durata di 160 ore e le lezioni si terranno in presenza.

I principali requisiti per poter partecipare al corso sono: Attestato professionale / Diploma di scuola secondaria, 21 anni compiuti (per la guida di autobus) e 19 anni per la guida di autocarri. La partecipazione è aperta a disoccupati, inoccupati ed anche a lavoratori autonomi.

Cantiere per i Lavori di manutenzione straordinaria S.S. 36“del Lago di Como e dello Spluga”

In data 23 febbraio 2024 ANAS ha emesso una nuova Ordinanza relativa alla necessità di ulteriori nuove chiusure della SS36 del Lago di Como e dello Spluga nel periodo compreso tra il 24.02.2024 e il 31.03.2024 per consentire i lavori di manutenzione straordinaria.


Nel dettaglio:
– chiusura al traffico su SS 36 DEL LAGO DI COMO E DELLO SPLUGA dal km 57+680 al km 75+300, Carreggiata Nord Direzione Sondrio, su tutte le corsie 

dal 25/02/2024 fino al 28/02/2024 dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; 

dal 3/03/2024 fino al 6/03/2024 dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; 

dal 10/03/2024 fino al 12/03/2024 dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; 

dal 17/03/2024 fino al 19/03/2024 dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; 

dal 24/03/2024 fino al 26/03/2024 dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; interesserà tutti gli utenti.

– chiusura al traffico su SS 36 DEL LAGO DI COMO E DELLO SPLUGA dal km 75+300 al km 58+000, Carreggiata Sud Direzione Lecco, su tutte le corsie 

dal 29/02/2024 fino all’1/03/2024 dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; 

dal 7/03/2024 fino all’8/03/2024 dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; 

dal 13/03/2024 fino al 15/03/2024 dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; 

dal 20/03/2024 fino al 22/03/2024 dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; 

dal 27/03/2024 fino al 28/03/2024 dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; interesserà tutti gli utenti.

– restringimento carreggiata destra su SS 36 DEL LAGO DI COMO E DELLO SPLUGA dal km 65+290 al km 66+610, Carreggiata Nord Direzione Sondrio, su corsia di marcia, corsia di sorpasso, chiusura alternata

dalle ore 21:00 del 29/02/2024 alle ore 05:00 dell’1/03/2024; 

dalle ore 21:00 del 7/03/2024 alle ore 05:00 dell’8/03/2024; 

dal 13/03/2024 fino al 14/03/2024 dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; 

dal 20/03/2024 al 21/03/2024 dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; 

dal 27/03/2024 al 28/03/2024 dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; interesserà tutti gli utenti.

– restringimento carreggiata destra su SS 36 DEL LAGO DI COMO E DELLO SPLUGA dal km 70+355 al km 71+972, Carreggiata Direzione Nord (Sondrio), su corsia di marcia, corsia di sorpasso, chiusura alternata

dalle ore 21:00 del 29/02/2024 alle ore 05:00 dell’1/03/2024; 

dalle ore 21:00 del7/03/2024 alle ore 05:00 dell’8/03/2024; 

dal 13/03/2024 al 14/03/2024 dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; 

dal 20/03/2024 al 21/03/2024 dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; 

dal 27/03/2024 fino al 28/03/2024 dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; interesserà tutti gli utenti.

– restringimento carreggiata sinistra su SS 36 DEL LAGO DI COMO E DELLO SPLUGA dal km 66+660 al km 65+290, Carreggiata Sud direzione Lecco, su corsia di marcia, corsia di sorpasso, chiusura alternata

dal 26/02/2024 fino al 28/02/2024 dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; 

dal 4/03/2024 fino al 6/03/2024 dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; 

dall’11/03/2024 al 12/03/2024 dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; 

dal 18/03/2024 al 19/03/2024 dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; 

dal 25/03/2024 al 26/03/2024 dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; interesserà tutti gli utenti.

Durante la chiusura al transito della carreggiata Nord della S.S. 36, il traffico sarà deviato allo svincolo di Abbadia Lariana (km 57+680) lungo la S.P. 72 e lungo la S.S. 754, con rientro in S.S. 36 allo svincolo di Bellano (km 75+300), contemporaneamente sarà chiusa la rampa di immissione dello svincolo di Mandello del Lario al km 60+000.


Durante la chiusura al transito della carreggiata Sud della S.S. 36, il traffico sarà deviato allo svincolo di Bellano (km 75+300) lungo la S.S. 754 e la S.P. 72 con rientro in S.S. 36 allo svincolo di Abbadia Lariana (km 58+000).

Cantiere di completamento, ammodernamento, potenziamento SS 36 del Lago di Como e dello Spluga

Chiusura Piazzola di sosta direzione Nord dal km 69+300 al km 69+350

ANAS Comunica che, per agevolare i lavori di manutenzione straordinaria per il ripristino ed il risanamento delle strutture interne delle gallerie della SS36 del Lago di Como e dello Spluga, è stata prorogata fino al 31/03/2024 la chiusura al traffico della piazzola di sosta sita in direzione Nord tra il km  69+300 e il km 69+350.

Trasporto Merci – Bando Investimenti 2024

Bando per incentivare l’acquisto di mezzi ecologici e tecnologicamente avanzati

Valido per i contratti sottoscritti dal 18 gennaio 2024

Apertura sportello domande dal 4 marzo

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha messo a disposizione 25 milioni di euro per incentivare l’acquisto di mezzi ecologici e tecnologicamente avanzati, favorendo il processo di rinnovo del parco veicolare in senso maggiormente eco sostenibile e valorizzando l’eliminazione dal mercato dei veicoli più obsoleti.

La dotazione finanziaria complessiva è così suddivisa:

  • 2,5 milioni per l’acquisto di automezzi ecologici nuovi, adibiti al trasporto merci di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 3,5 tonnellate;
  • 15 milioni per la rottamazione (con contestuale acquisizione);
  • 7,5 milioni per acquisizione di rimorchi o semi rimorchi adibiti al trasporto combinato ferroviario o dotati di ganci nave per il trasporto combinato marittimo.

Sono finanziabili le seguenti tipologie di investimenti

  • acquisto di veicoli diesel Euro 6 solo a fronte di una contestuale rottamazione di automezzi commerciali vecchi pari o superiore a 7 tonnellate (da un minimo di 7.000 euro a un massimo di 15.000 euro);
  • acquisto di veicoli commerciali leggeri Euro 6 step E ed Euro 6 E di massa complessiva a pieno carico pari o superiore alle 3,5 tonnellate fino a 7 tonnellate, con contestuale rottamazione dei veicoli della medesima tipologia (3.000 euro);
  • acquisto di veicoli a trazione alternativa ibridi, elettrici, CNG e LNG (da un minimo di 4.000 a un massimo di 24.000 euro, a cui si aggiungono 1.000 euro in caso di rottamazione contestuale di un mezzo obsoleto);
  • acquisto di rimorchi e semirimorchi adibiti al trasporto combinato ferroviario o marittimo;
  • acquisizione di rimorchi, semirimorchi e equipaggiamento per autoveicoli speciali superiori alle 7 tonnellate allestiti per trasporti ATP e sostituzione delle unità frigorifere/calorifere.

I contributi sono destinati alle IMPRESE DI AUTOTRASPORTO DI MERCI PER CONTO DI TERZI attive sul territorio italiano, regolarmente iscritte al Registro elettronico nazionale (R.E.N.) e all’Albo degli autotrasportatori.

L’impresa di trasporto per presentare domanda relativa a ciascun periodo e può comprendere diversi tipi di investimento nel limite massimo finanziabile fissato complessivamente in 550.000 euro per azienda. L’importo massimo ammissibile è omnicomprensivo per la totalità dei veicoli acquisiti dall’impresa che richiede il beneficio.

Sono incentivabili tutti gli acquisiti di mezzi effettuati a partire dalla data del 18/01/2024, così come previsto dal Decreto 1 dicembre 2023 pubblicato sulla G.U. n 14 del 18 gennaio 2024.

Per prenotarti e per predisporre la domanda di richiesta contributi compila subito il form.

Le informazioni ed i documenti che invierete saranno necessari affinché i referenti CTS possano predisporre l’istanza. Chiediamo pertanto di porre attenzione alla correttezza dei dati inseriti.
Rinnova il tuo parco veicolare con veicoli ecosostenibili!

Modalità di funzionamento:

contributi saranno erogati attraverso due fasi e secondo i termini previsti dal decreto:

  • presentazione domande dalle ore 10:00 del 4 marzo 2024 alle ore 16:00 del 22 marzo 2024.
  • rendicontazione dalle ore 10.00 dell’8 aprile 2024 alle ore 16.00 del 31ottobre 2024.

Sono ammessi a beneficio anche i veicoli acquistati mediante locazione finanziaria.

Ricordiamo che i veicoli individuati per la rottamazione dovranno essere stati in disponibilità dell’impresa richiedente il contributo da almeno il 18 gennaio 2023 (un anno antecedente alla entrata in vigore del Decreto 1 dicembre 2023).

CTS – Confartigianato Trasporti Servizi – per tramite di Confartigianato Sondrio – si rende disponibile ad assistere le imprese associate per l’intero percorso, dalla fase di PRENOTAZIONE alla fase di RENDICONTAZIONE, con l’obiettivo di assicurare la correttezza e la tempestività dell’invio della richiesta di contributo.

Per effettuare la richiesta di Prenotazione e partecipare al Bando Investimenti 1 dicembre 2023 sarà sufficiente fornire una copia del contratto di acquisizione dei veicoli o dei beni (che dovrà riportare la data dal 18 gennaio 2024 in avanti).

Per info rivolgersi ai Segretari delle Sezioni territoriali o al referente per la Categoria Trasporti di Confartigianato Imprese Sondrio  – Alberto Romagna Laini – Tel 392 9441415 – email alberto.romagnalaini@artigiani.sondrio.it

Trasporto Persone – Circolare MIT – Caratteristiche del contrassegno luminoso “TAXI”

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha emesso una circolare esplicativa che fa seguito alla precedente (prot. n. 33178 del 7 novembre 2023), con la quale sono state fornite indicazioni riguardo le caratteristiche del contrassegno luminoso “TAXI” (di cui all’art. 12 comma 3 legge n. 21 del 15 gennaio 1992).

Il Ministero ha ritenuto opportuno emanare tale circolare a seguito delle segnalazioni di alcune associazioni che hanno riscontrato criticità applicative:

•        le caratteristiche dei contrassegni “TAXI” e, in particolare, la loro inamovibilità, come regolamentato dall’art. 227 del DPR 420 del 30 giugno 1959, non consentirebbero l’uso proprio fuori servizio dei veicoli adibiti a servizio di piazza per trasporto di persone, come, invece, espressamente previsto dall’articolo 82, comma 5, lettera b) del Codice della strada (nel seguito anche CdS).

•        le attuali caratteristiche tecniche dei tetti, ad esempio, in vetro o decappottabili, non consentirebbero la foratura degli stessi per l’installazione del contrassegno luminoso “TAXI”.

La circolare fornisce, quindi, delle alternative alle caratteristiche e alle modalità di installazione già indicate nella precedente comunicazione.

Per approfondire si rimanda alla Circolare e alla Nota MIT.

Internazionali, Austria: calendario dei divieti sull’A10 dal 26 gennaio al 30 marzo 2024

Il governo austriaco ha pubblicato il calendario dei divieti che saranno applicati sull’autostrada A10 dei Tauri dal 26 gennaio al 30 marzo 2024, oltre il calendario per gli altri divieti invernali.

I divieti riguardano i mezzi pesanti – autocarri o autoarticolati sopra le 7,5 tonnellate e autocarri con rimorchio la cui somma del peso lordo massimo di entrambi supera le 7,5 tonnellate – e si applicano il venerdì e il sabato.

In particolare, le limitazioni valgono il venerdì, tra le ore 13 e le 19, a partire dal 26 gennaio fino al 29 marzo 2024 sull’autostrada di Villach (direzione sud) tra lo svincolo di Salisburgo (svincolo A 10 dall’autostrada A1) e lo svincolo di Pongau, se la destinazione del viaggio è Italia o Slovenia (o in transito per questi due Paesi); sull’autostrada di Salisburgo (direzione nord) tra lo svincolo di Rennweg e lo svincolo di Golling, se la destinazione del viaggio è Germania o Repubblica Ceca (o in transito per questi due Paesi).

Il sabato, invece, i divieti sono in vigore dal 27 gennaio 2024 al 30 marzo 2024, tra le ore 7 e le 15 sull’autostrada di Villach (direzione sud) tra il raccordo di Salisburgo (raccordo A 10 dall’autostrada A1) e il raccordo di Pongau, e sull’autostrada di Salisburgo (direzione nord) tra lo svincolo di Rennweg e lo svincolo di Golling.

Trasporto persone – Confartigianato Auto-Bus Operator al Governo: ‘Nuove risorse per svolta green e rinnovo del parco veicoli’

Innovazione, riduzione dell’impatto ambientale dei trasporti e miglioramento degli standard di sicurezza nella circolazione stradale, ma anche necessità di nuove adeguate risorse per il rinnovo del parco mezzi del trasporto commerciale con autobus non soggetto ad obblighi di servizio pubblico.
E’ quanto chiesto congiuntamente in una lettera da Confartigianato Auto-Bus Operator e dalle altre Associazioni del trasporto persone, ANAV/Confindustria, CNA Fita Trasporti, Confcooperative Lavoro e Servizi, Legacoop Produzione e Servizi, al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Matteo Salvini.

Il settore del trasporto commerciale con autobus (noleggio autobus con conducente e linee di competenza statale) – riferiscono le Associazioni – riveste un ruolo di primaria rilevanza per il sistema di mobilità collettiva del Paese locale e per la filiera turistica nazionale. Le Associazioni sono peraltro consapevoli del rilevante contributo che il trasporto collettivo e il settore in particolare può dare per il perseguimento degli obiettivi di transizione ecologica perseguiti dal Governo, obiettivi che sono condivisi e sostenuti.

Le Associazioni, in questo contesto, sottolineano la necessità di imprimere una rapida svolta al processo di rinnovo del parco autobus del trasporto commerciale, dando seguito alla misura recentemente adottata dal Governo nell’anno appena trascorso. “Ancora oggi circa il 50% del parco è composto da autobus di classe ambientale fino a euro IV. Le condizioni avverse degli ultimi anni, segnati dall’emergenza pandemica e dalla crisi energetica, che hanno fortemente rallentato gli investimenti e solo nel 2023 si è registrata una ripresa grazie ai 50 milioni di euro stanziati dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti che hanno contribuito all’acquisto di circa 1.200 autobus nuovi di fabbrica”.

Si chiede pertanto che l’impegno del Governo prosegua su questa strada, confidando che il Ministro Salvini accolga la richiesta di un piano triennale di finanziamento degli investimenti in autobus da destinare al settore per 50 milioni di euro per ciascuno degli anni 2024, 2025 e 2026.

Le Associazioni ricordano, infine, la rilevanza del settore del trasporto commerciale con autobus composto da circa 5 mila piccole e medie imprese, che, con oltre 35 mila addetti e 30 mila autobus, che garantiva fino al 2019 (ultimo anno ante – covid) un fatturato annuo di oltre 2 miliardi di euro corrispondente a circa lo 0,1% del PIL nazionale.

Traforo Monte Bianco: da gennaio aumento delle tariffe

Confartigianato Trasporti informa che dal 1° gennaio 2024 le tariffe di pedaggio per il passaggio del Traforo del Monte Bianco hanno subito un aumento del 5,10%.
Tale rincaro, che interessa tutti i veicoli, è collegato al tasso medio di inflazione maturato nei due Paesi nel periodo 1° settembre 2022 – 31 agosto 2023.

Cantiere per i Lavori di manutenzione straordinaria S.S. 36“del Lago di Como e dello Spluga”

In data 23 gennaio 2024 ANAS ha emesso una nuova Ordinanza relativa alla necessità di ulteriori nuove chiusure della SS36 del Lago di Como e dello Spluga nel periodo compreso tra il 28.01.2024 e il 24.02.2024 per consentire i lavori di manutenzione straordinaria per il ripristino ed il risanamento delle strutture interne delle gallerie Sornico, Genico, Ciserino dal km 65+295 al km 66+605.


Nel dettaglio:
– chiusura al traffico della Carreggiata Nord Direzione Sondrio dal km 57+680 al km 75+300, su tutte le corsie
o dal 28/01/2024 al 30/01/2024 nella fascia oraria dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo;
o dal 4/02/2024 al 6/02/2024 nella fascia oraria dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo;
o dall’11/02/2024 al 13/02/2024 nella fascia oraria dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo;
o dal 18/02/2024 al 20/02/2024 nella fascia oraria dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; interesserà tutti gli utenti.

– chiusura al traffico della Carreggiata Sud Direzione Lecco dal km 75+300 al km 58+000, su tutte le corsie
o dal 31/01/2024 al 2/02/2024 nella fascia oraria dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo;
o dal 7/02/2024 al 9/02/2024 nella fascia oraria dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo;
o dal 14/02/2024 al 16/02/2024 nella fascia oraria dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo;
o dal 21/02/2024 al 23/02/2024 nella fascia oraria dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; interesserà tutti gli utenti.

– restringimento carreggiata sinistra direzione Lecco dal km 66+660 al km 65+290, su corsia di marcia, corsia di sorpasso, chiusura alternata
o dal 28/01/2024 al 30/01/2024 nella fascia oraria dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo;
o dal 4/02/2024 al 6/02/2024 nella fascia oraria dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo;
o dall’11/02/2024 al 13/02/2024 nella fascia oraria dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo;
o dal 18/02/2024 al 20/02/2024 nella fascia oraria dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; interesserà tutti gli utenti.

– restringimento carreggiata sinistra Direzione Sondrio dal km 65+290 al km 66+610, su corsia di marcia, corsia di sorpasso, chiusura alternata
o dal 31/01/2024 al 2/02/2024 nella fascia oraria dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo;
o dal 7/02/2024 al 9/02/2024 nella fascia oraria dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo;
o dal 14/02/2024 al 16/02/2024 nella fascia oraria dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo;
o dal 21/02/2024 al 23/02/2024 nella fascia oraria dalle 21:00 alle 05:00 del giorno successivo; interesserà tutti gli utenti.

Durante la chiusura al transito della carreggiata Nord della S.S. 36, il traffico sarà deviato allo svincolo di
Abbadia Lariana (km 57+680) lungo la S.P. 72 e lungo la S.S. 754, con rientro in S.S. 36 allo svincolo di
Bellano (km 75+300), contemporaneamente sarà chiusa la rampa di immissione dello svincolo di Mandello del Lario al km 60+000.
Durante la chiusura al transito della carreggiata Sud della S.S. 36, il traffico sarà deviato allo svincolo di Bellano (km 75+300) lungo la S.S. 754 e la S.P. 72 con rientro in S.S. 36 allo svincolo di Abbadia Lariana
(km 58+000).

Traforo del Frejus: aumento pedaggi del 5,1%

Dal 1° gennaio 2024 le tariffe per il passaggio del Traforo del Frejus, interessato a gennaio da lavori di manutenzione ordinaria, come anche nelle gallerie della A32 (Torino-Bardonecchia), gestite da SITAF, sono aumentate del 5,10%.

Tale aumento per i veicoli industriali ammonta a 200 euro. A questo importo, però, è necessario ancora aggiungere il pedaggio dell’autostrada A32 Torino-Bardonecchia, anch’esso aumentato del 2,3%.

E’ stato ulteriormente predisposto il calendario delle date in cui il Traforo del Frejus applicherà il senso unico alternato nelle notti di martedì 9, 16, 23, 30 gennaio nei due sensi di marcia e il calendario che dall’8 gennaio al 4 febbraio 2024 riporta tratte, notti e orari di chiusura al traffico per consentire lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria all’interno delle gallerie dell’A32.

Internazionali, Repubblica Ceca: dal 1° marzo aumento dei pedaggi in base alle emissioni di CO2

A partire dal 1° marzo 2024 anche la Repubblica Ceca, dopo Germania e Austria, introdurrà il pedaggio autostradale con un contributo in più per l’emissione di anidride carbonica.

Il provvedimento riguarderà i mezzi con un peso superiore alle 3,5 tonnellate e sarà applicato in base a una suddivisione in cinque classi di emissione CO2.

A tutti i veicoli verrà applicato in automatico il contributo più alto, ad eccezione di quelli immatricolati dopo il primo luglio 2019 che, dopo essersi registrati presso il portale del gestore del pedaggio, avranno il calcolo secondo il loro livello di emissioni.

Autotrasporto, Truck & Bus 2024: riprendono a febbraio i controlli stradali sui mezzi pesanti

Confartigianato informa che a febbraio riprenderà la campagna del 2024 di sicurezza stradale “Truck & Bus”, organizzata dal network europeo di cooperazione delle Polizie stradali Roadpol.

Difatti Roadpol ha provveduto a pubblicare il calendario con le date del 2024 in cui si svolgeranno le campagne Truck & Bus: dal 19 al 25 febbraio, dal 13 al 19 aprile, e dall’11 al 17 novembre.
A febbraio e a novembre i controlli saranno effettuati congiuntamente con l’Autorità europea del lavoro (ELA).

I controlli coinvolgeranno mezzi pesanti e bus, sulle strade dei Paesi aderenti al network (tutti i Paesi della U.E, tranne Grecia e Slovacchia, oltre alla Svizzera, la Serbia e la Turchia) e saranno concentrati sulle condizioni tecniche, le dimensioni e il peso dei veicoli, sui tempi di guida europei, sull’uso del tachigrafo, infine sul carico e sui documenti di accompagnamento.

Trasporti eccezionali: linee guida, proroga dell’entrata in vigore al 30 marzo 2025

E’ stata pubblicata la Legge 27 novembre 2023 n.170 di conversione del DL 29 settembre 2023 n.132 (cd. “Decreto proroghe”) sulla G.U. n. 278 del 28 novembre 2023 (Art. 10-bis), con la quale è stato prorogato il termine di entrata in vigore delle Linee Guida per i trasporti eccezionali, dal 31 dicembre 2023 al 30 marzo 2025, e contestualmente ha istituito un tavolo tecnico per la definizione del Piano nazionale per i trasporti in condizioni di eccezionalità. Il Piano nazionale per i trasporti in condizioni di eccezionalità dovrà essere predisposto entro il 30 ottobre 2024, con decreto del MIT di concerto con il Ministero dell’Interno, previa intesa con la Conferenza unificata.

Il Piano in questione dovrà individuare i corridoi dedicati ai trasporti in condizioni di eccezionalità che garantiscono il collegamento tra le aree industrializzate del Paese e i principali poli logistici e industriali, le modalità di monitoraggio dei manufatti e le azioni necessarie per risolvere le criticità anche di natura infrastrutturale.

Accise gasolio: presentazione domande per il rimborso del 4° trimestre 2023

L’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli ha pubblicato sul proprio sito web il software e le istruzioni per la presentazione delle domande di rimborso delle accise sul gasolio consumato nel 4° trimestre 2023, dal 1° ottobre 2023 al 31 dicembre 2023 ed imputabili a tale trimestre di consumo, per i veicoli aventi massa complessiva pari o superiore alle 7,5 tonnellate, adibiti al trasporto merci e di categoria ecologica Euro V o superiore.

Confartigianato evidenzia che, con la nota n. 764616/RU del 20 dicembre 2023 a firma del Direttore centrale, l’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli fornisce importanti precisazioni ai fini della regolare compilazione della dichiarazione relativa al 4° trimestre 2023.

La domanda potrà essere presentata dal 1° al 31 gennaio 2024 per via telematica oppure all’Ufficio delle Dogane competente rispetto alla sede della società.

Si evidenzia che la misura del beneficio riconoscibile, in attuazione dell’art. 24-ter, comma 1, del D.Lgs. n. 504/95 e del punto 4-bis dell’allegata Tabella A, è pari a euro 214,18 per mille litri di gasolio commerciale.

Il recupero delle accise può, come sempre, essere richiesto tramite rimborso oppure mediante la compensazione del credito d’imposta; in questo caso il codice tributo da riportare nel mod. F24 è sempre il “6740”.

Si rammenta che, per effetto delle modifiche introdotte dall’art. 61 del D.L. n. 1/2012, i crediti sorti con riferimento ai consumi relativi al terzo trimestre dell’anno 2023, potranno essere utilizzati in compensazione entro il 31 dicembre 2024.

Da tale data decorre il termine, previsto dall’art. 4, comma 3, del D.P.R. n. 277/2000, per la presentazione dell’istanza di rimborso in denaro delle eccedenze non utilizzate in compensazione, la quale dovrà, quindi, essere presentata entro il 30 giugno 2025.

Informativa n. 764616/RU del 20 dicembre 2023 Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli

Di seguito il link al sito dell’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli dove trovare il modello di dichiarazione ed il software per la presentazione della domanda:
https://www.adm.gov.it/portale/benefici-gasolio-autotrazione-4-trimestre-2023

Divieti circolazione: pubblicato il calendario dei divieti per i mezzi pesanti per l’anno 2024

Si rende disponibile l’annuale decreto firmato dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini (nelle more della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale), che stabilisce il calendario dei divieti di circolazione stradale fuori da centri abitati per l’anno 2024, per i veicoli di massa superiore a 7,5 tonnellate.

Tachigrafi intelligenti 2° generazione: ulteriore proroga per i veicoli di nuova immatricolazione

Tachigrafi intelligenti ulteriore proroga veicoli nuova immatricolazione

Accogliendo la proposta di Confartigianato Trasporti, Unatras e le altre associazioni della filiera automotive, il Ministero dell’Interno – Direzione centrale per la polizia stradale – ha precisato che i veicoli immatricolati a partire dal 21 agosto 2023 che hanno installato il tachigrafo intelligente versione 1 (per cui era stata concessa la proroga fino al 31 dicembre 2023) possono circolare fino al 18 agosto 2025 , data oltre la quale vige per tutti l’obbligo di installazione del tachigrafo intelligente versione 2.

Autotrasporto, bonus gasolio: ecco il codice tributo per il II trimestre 2022

Definito il codice tributo per l’utilizzo, tramite modello F24, del credito d’imposta per l’acquisto di gasolio a favore delle imprese esercenti le attività di trasporto in conto terzi sostenute nel secondo trimestre 2022.

Il codice tributo istituito dall’Agenzia delle Entrate è il “7057” denominato “Credito d’imposta per l’acquisto di gasolio a favore delle imprese esercenti attività di trasporto di cose per conto di terzi – articolo 1, comma 503, della Legge 27 dicembre 2022, n. 197”.

In sede di compilazione del modello di pagamento F24, il codice tributo è esposto nella sezione “Erario”, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a credito compensati”, ovvero, nei casi in cui il contribuente debba procedere al riversamento dell’agevolazione, nella colonna “importi a debito versati”.

Agenzia delle Entrate: il carburante acquistato da consorzio o cooperativa è deducibile

L’Agenzia delle Entrate ha confermato che deducibilità e detraibilità dei carburanti acquistati tramite un consorzio o cooperativa è possibile – con l’osservanza di alcune cautele – accogliendo la proposta avanzata da Confartigianato Trasporti.
A seguito di numerose richieste provenienti da territori ed imprese interessate, l’associazione aveva ritenuto opportuno chiedere all’Agenzia chiarimenti sugli obblighi introdotti con la Legge di Bilancio 2018, in tema di tracciabilità dei pagamenti relativi agli acquisti di carburante per autotrazione in presenza di rapporti di debito/credito fra i soggetti intervenuti nell’operazione.

Con la risposta fornita l’Agenzia ha confermato che è possibile la deducibilità dei costi e la detraibilità dell’IVA per l’acquisto dei carburanti e lubrificanti per autotrazione effettuati dagli autotrasportatori tramite consorzi e cooperative, seppure con alcune cautele che rientrano, comunque, nelle modalità esecutive già poste in essere dagli operatori (Consorzi/cooperative e soci).

La fattispecie rappresentata da Confartigianato era quella di un Ente (consorzio o cooperativa) che provvede all’acquisto collettivo del carburante per autotrazione che viene ceduto (in genere a prezzi più contenuti) agli associati (soci del consorzio o cooperativa). Il pagamento del carburante non avviene puntualmente in relazione ad ogni singola fattura, bensì mediante compensazione tra crediti che gli associati vantano nei confronti dell’Ente (per i servizi svolti per conto dello stesso) ed i debiti relativi alle cessioni di carburanti effettuate a favore degli associati medesimi. Il risultato di tale rapporto di conto corrente espone il pagamento di una somma a favore di uno dei due soggetti, previa annotazione in un conto analitico.

A seguito dell’obbligo di tracciabilità dei pagamenti relativi agli acquisti di carburante, sia ai fini della deducibilità del costo che ai fini della detraibilità dell’IVA, introdotto con la legge di Bilancio del 2018 per garantire l’effettività dell’acquisto, era stato chiesto all’Agenzia delle Entrate di confermare la legittimità della modalità operativa sopra richiamata, considerato che tutte le fatture sono elettroniche e che gli importi non compensati formano oggetto di pagamento tra Ente e soci attraverso mezzi tracciabili.

L’Agenzia delle Entrate ha precisato che, sebbene il pagamento del corrispettivo avvenga in un momento diverso rispetto alla cessione del carburante o sia effettuato dal soggetto passivo d’imposta in via mediata, la detrazione e la deducibilità sono riconosciuti qualora il pagamento sia riferibile al soggetto passivo secondo una catena ininterrotta di corresponsioni con strumenti comunque tracciabili con una delle modalità previste dal provvedimento n. 73203/2018 (cioè, con un pagamento diverso dal contante).

Investimenti Elevata Sostenibilità: il MIT proroga termini di rendicontazione per i primi due periodi

A seguito delle richieste unitarie avanzate da Unatras e dalle altre associazioni della filiera automotive sin da quest’estate, il MIT ha deciso la proroga dei termini per la rendicontazione e quindi la consegna dei veicoli incentivati tramite il cd. “Fondo Elevata Sostenibilità”.

Nello specifico, con decreto a firma del direttore della DG sicurezza e autotrasporto del MIT, Ing. Vito Di Santo, vengono disposte le proposte dei termini relativi alla prima e alla seconda finestra di incentivazione, le cui scadenze erano fissate dal decreto direttoriale MIT n.127 del 22 marzo 2023.

  • Per il primo periodo di incentivazione, con scadenza inizialmente prevista al 30 dicembre 2023, i termini di consegna sono spostati al 5 aprile 2024;
  • Per il secondo periodo di incentivazione, con scadenza inizialmente prevista al 15 luglio 2024, i termini di consegna sono spostati al 18 ottobre 2024.

Trasporto Merci, Salvini a Confartigianato: “Imprese e Governo alleati per transizione green non ideologica”

Avanti con la transizione ecologica, insieme con gli autotrasportatori, ma all’insegna del buon senso, del realismo e del pragmatismo, senza approcci ideologici e illusioni. E’ il messaggio che il Ministro delle Infrastrutture e Trasporti Matteo Salvini, in videocollegamento, ha lanciato all’Assemblea di Confartigianato Trasporti, svoltasi lo scorso 16 dicembre 2023 a Roma, in risposta alle sollecitazioni del Presidente Amedeo Genedani per accompagnare la trasformazione ecologica delle imprese di autotrasporto.

Ai lavori dell’Assemblea dal titolo ‘Autotrasporto sostenibile: sfide e opportunità per il futuro’, aperti e coordinati dal Segretario nazionale di Confartigianato Trasporti Sergio Lo Monte, è intervenuto il Presidente di Confartigianato Marco Granelli il quale ha ricordato l’impegno della Confederazione al fianco delle imprese sul fronte della sostenibilità testimoniato dalle iniziative realizzate nel corso di quest’anno e che proseguirà anche nel 2024 per un’Italia sempre più ‘a trazione artigiana’.

All’Assemblea è intervenuto poi il Presidente della Commissione Trasporti della Camera, On. Salvatore Deidda, che ha ricordato i provvedimenti per favorire la mobilità e i trasporti, in particolare per sostenere la competitività delle imprese di autotrasporto merci.

All’Assemblea ha preso parte anche una delegazione di Confartigianato Lombardia, tra cui il Presidente provinciale della categoria, Fausto Acquistapace.

Secondo i dati dell’Ufficio studi Confartigianato diffusi oggi all’Assemblea, gli autotrasportatori italiani – 82.531 imprese con 381.303 addetti, di cui 41.718 aziende artigiane con 100.864 addetti – spingono l’acceleratore sulla transizione green, con un aumento del 16,7% delle immatricolazioni di veicoli industriali tra gennaio e novembre 2023 e un valore di 375 milioni di euro spesi dalle piccole imprese di autotrasporto per l’acquisto di automezzi. Ma per effettuare questi investimenti, il 72,2% degli imprenditori deve ricorrere a risorse proprie.

“Chiediamo – ha quindi detto Genedani – un fondo ad hoc pluriennale per favorire il rinnovo del parco veicolare, il rifinanziamento e la rimodulazione degli incentivi per realizzare l’intermodalità con i trasporti su ferrovia e su nave, l’attuazione delle regole sui prezzi del trasporto merci per una corretta remunerazione delle imprese e per combattere i fenomeni di abusivismo e concorrenza sleale”.

“Confartigianato Trasporti – ha spiegato ancora il Presidente Genedani – è stata la prima Organizzazione ad impegnarsi per garantire la sostenibilità ambientale dell’autotrasporto. Da tempo le nostre imprese stanno investendo con proprie risorse per sostituire i veicoli con mezzi meno inquinanti. Ma non possiamo fare tutto da soli. A fronte dell’assenza nel Pnrr di interventi per la trasformazione ecologica del trasporto su gomma, sollecitiamo al Governo un impegno strutturale e articolato almeno sui prossimi 5 anni per accompagnare gli sforzi degli autotrasportatori in direzione della transizione energetica e tecnologica. In particolare, sollecitiamo il rifinanziamento ed efficienti modalità attuative del fondo dedicato a incentivare la sostituzione degli attuali camion (il 65% dei quali sono Euro3 e classi inferiori) con veicoli Euro 6 e a trazioni alternative”.

A queste indicazioni, il Ministro Salvini ha replicato ribadendo attenzione ed impegno, in particolare per sbloccare i 70 milioni già a bilancio che servono a recuperare i crediti d’imposta del 2022 e per riconvocare il tavolo sulle regole. “La transizione ecologica – ha spiegato Salvini – la state facendo voi autotrasporatori, a vostre spese, ma è un processo che ha bisogno di tempo, di buon senso e di accompagnamento. In questo il Governo vi considera alleati per realizzare una transizione green non ideologica, senza imposizioni da Bruxelles”.

E della necessità di realizzare una transizione green che tenga conto della realtà si è detto convinto anche il Viceministro dei Trasporti Galeazzo Bignami, il quale ha sottolineato che gli obiettivi devono essere realistici anche in funzione delle risorse disponibili per realizzare le infrastrutture necessarie. “Il Governo è al vostro fianco – ha detto Bignami agli autotrasportatori di Confartigianato – per accompagnarvi sulla strada della competitività e della sostenibilità. Anche per questo, nei negoziati con l’Ue sul nuovo Patto di stabilità, abbiamo chiesto che le spese per questi investimenti siano scomputate dal calcolo del deficit”.

All’assemblea di Confartigianato Trasporti sono state messe in evidenza le criticità che frenano la corsa dell’autotrasporto italiano. A cominciare dal costo dei carburanti, per i quali le piccole imprese spendono 4,4 miliardi di euro, gonfiato dalla tassazione più elevata in Europa: il livello delle accise sul gasolio è pari a 617 euro per 1000 litri, superiore del 41,3% rispetto alla media Ue.

Pesa sempre di più sull’attività degli autotrasportatori anche la carenza di manodopera: nel 2023 le imprese hanno avuto difficoltà a reperire 153.120 lavoratori, pari al 57% delle assunzioni previste, con un aumento di quasi dieci punti rispetto al 49,3% del 2022. Tra le regioni in cui le aziende di autotrasporto faticano di più a reperire personale spicca il Veneto con il 66,1% di lavoratori introvabili sul totale di quelli necessari alle imprese. Seguono Emilia Romagna e Toscana (65,4%), Piemonte e Valle d’Aosta (61,8%).

Il presidente di Categoria Fausto Acquistapace e la Delegazione Autotrasportatori di Confartigianato Sondrio all’assemblea Confartigianato Trasporti del 16 dicembre 2023

Bonus GNL: emanato codice tributo per il credito d’imposta sugli acquisti di gas naturale liquefatto del 2022

L’Agenzia delle Entrate ha istituito il codice tributo per l’utilizzo, tramite modello F24, del credito d’imposta pari al 20 per cento della spesa sostenuta per l’acquisto di GNL al netto dell’Iva nel periodo compreso tra il 1° febbraio e il 31 dicembre 2022 da parte delle imprese di autotrasporto merci in conto terzi iscritte all’Albo Autotrasportatori e al REN che esercitano l’attività con mezzi di trasporto ad elevata sostenibilità ad alimentazione alternativa a metano liquefatto.

Pertanto, per consentire l’utilizzo in compensazione dei crediti d’imposta da parte delle imprese beneficiarie, tramite modello F24 da presentare esclusivamente attraverso i servizi telematici, è stato istituito il seguente codice tributo:
– “7058” denominato “credito d’imposta per l’acquisto di gas naturale liquefatto a favore delle imprese esercenti attività logistica e di trasporto delle merci in conto terzi con mezzi di trasporto ad elevata sostenibilità – Articolo 6, comma 5, del decreto legge 1° marzo 2022, n. 17”.

Piano neve 2023/2024: al via il piano di viabilità Italia per la stagione invernale

Pubblicato il comunicato di Viabilità Italia con cui informa che sul sito internet www.poliziadistato.it è disponibile il Piano Neve 2023-2024.

Il Piano contiene quanto necessario a prevenire e fronteggiare le criticità per la circolazione stradale dovute alle condizioni meteorologiche avverse, individuando le misure che gli organi di polizia stradale e gli Enti concessionari e proprietari delle strade ed autostrade attueranno in caso di neve o ghiaccio.

In particolare, sono disponibili:

le linee guida con l’indicazione dei codici colore relativi all’intensità delle precipitazioni nevose;
le tratte autostradali dove può essere attuato il fermo temporaneo dei mezzi pesanti e l’indicazione delle aree di accumulo degli stessi con il numero di stalli per la sosta disponibili;
l’elenco delle strade extraurbane e delle autostrade ove vige l’obbligo di portare a bordo idonei mezzi antisdrucciolevoli o di circolare con pneumatici invernali montati;
il protocollo operativo da adottare in caso di emergenza;
le principali arterie stradali in gestione alla società Anas S.p.A. maggiormente esposte al rischio neve;
le procedure da osservare in caso di pioggia ghiacciata – freezing rain;
il piano di vigilanza sulla rete ferroviaria.

Obbligo di pneumatici invernali o catene a bordo

Si ricorda che in base alla direttiva del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti n. 1580 del 16 gennaio 2013, dal 15 novembre 2023 al 15 aprile 2024 su strade e autostrade, dove l’Ente gestore lo preveda con specifica ordinanza, è in vigore l’obbligo di pneumatici invernali o catene a bordo.

Si invita a consultare il comunicato Viabilità Italia per maggiori dettagli e per la scheda illustrativa su obbligo di dotazioni invernali

Autotrasporto, bonus gasolio – Apertura piattaforma Agenzia Dogane dal 6 al 13 dicembre per il credito d’imposta 12% sugli acquisti di luglio 2022.

Servizio di assistenza CTS a supporto del sistema.

Il Ministero Infrastrutture e Trasporti ha comunicato la data di apertura della piattaforma per la presentazione delle istanze per usufruire del credito di imposta del 12% sull’acquisto di gasolio effettuato nel mese di luglio 2022.

La procedura rimarrà uguale a quella già utilizzata dalle imprese per i bonus relativi agli acquisti di gasolio del 1° e 2° trimestre 2022, con la presentazione delle domande attraverso la piattaforma disponibile sul portale dell’Agenzia delle Dogane.
Dalle ore 12:00 del 6 dicembre 2023, infatti, sarà attiva la piattaforma predisposta dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli che resterà aperta fino alle ore 23:59 del 13 dicembre 2023.

Potranno presentare le domande le imprese di autotrasporto di merci in conto terzi aventi sede in Italia che operano con veicoli di categoria Euro 5 o superiore di massa pari o superiore a 7,5 ton.
L’istanza va corredata con i files “fatture” e “targhe” già noti ed utilizzati dalle imprese.

Il Ministero dei Trasporti precisa che le istanze saranno ritenute utili sulla base della effettiva disponibilità delle risorse in bilancio.

Al riguardo, nel caso di necessità, Confartigianato Trasporti Servizi – CTS, la società di sistema nazionale per la gestione dei servizi alle imprese di autotrasporto del sistema Confartigianato, propone un servizio di assistenza e supporto per tutta la fase istruttoria e la presentazione tempestiva delle domande da parte delle imprese beneficiarie per ogni tipologia di credito prevista.

Per aderire al servizio all’impresa basterà cliccare sul seguente link per prenotare la richiesta di contributo:
https://smart.mycts.it/it/richiesta-bonus-gasolio-conto-terzi/

Per dettagli operativi, costi e appannaggi potete contattare direttamente la segreteria nazionale Trasporti all’indirizzo email trasporti@confartigianato.it o la CTS all’indirizzo bonusgasolio@trasportiservizi.it e ai numeri whatsapp 345/6841526 e 333/7928838.

CONTATTI