Impianti a biomassa legnosa, il bando di Regione Lombardia

l 30 novembre scorso, poco dopo la pubblicazione della DGR 5360, Regione Lombardia ha pubblicato un’altra DGR (XI/5646) dedicata agli incentivi per sostituzione di Impianti termici civili a biomassa inquinanti con impianti a biomassa ad altissime prestazioni. Ne abbiamo già parlato in anticipo sulla pubblicazione – come sempre – ma è il caso di ritornare sull’argomento vista l’imminente apertura del bando e il suo oggettivo interesse per il territorio montano Lombardo.

Perché incentivare gli impianti efficienti a biomassa legnosa?

Il bando regionale mira alla sostituzione di impianti di riscaldamento a biomassa legnosa obsoleti con generatori a biomassa legnosa a bassissime emissioni di polveri sottili ed altissimi rendimenti.

Il lodevole impegno all’efficientamento di Regione Lombardia si spiega facilmente dal momento che l’Italia ha subito una procedura di infrazione per la concentrazione eccessiva di polveri sottili nel bacino padano e al conseguente obbligo di rientrare nei valori di PM 10 stabiliti.

Molto interessante il fatto che il bando miri a premiare la sostituzione degli impianti in forma analoga e in aggiunta al Conto Termico

Chi potrà partecipare al bando e quale è lo stanziamento?

In primis le persone fisiche. C’è spazio anche per onlus e associazioni senza fini di lucro e per le persone giuridiche cioè le piccole e medie imprese. Tutti possono possono partecipare al bando solo per interventi di sostituzione di impianti termici per i quali è stata presentata la pratica del conto termico dopo il 30 novembre 2021.

Sono stati stanziati 12 milioni di euro a fondo perduto. Di questi 10 milioni di euro per le persone fisiche per gli impianti domestici. Un milione di euro per le onlus e un milione di euro per le persone giuridiche le piccole e medie imprese.

Quali generatori a biomassa legnosa potrai installare?

Innanzitutto possono accedere al bando regionale solo gli impianti per i quali è già stata presentata ed approvata domanda al GSE per il conto termico. Per questi impianti Regione Lombardia aggiunge altri contributi.

Non per tutti però. I nuovi impianti termici possono accedere al bando regionale se rispettano stringenti requisiti tecnici in funzione dell’altitudine del comune dove sono stati installati.

Se siamo sopra i 300 metri sul livello del mare e il generatore a 4 5 Stelle e emissioni di polveri di particolato primario inferiore a 20 milligrammi normal metro cubo. Se invece siamo sotto i 300 metri sul livello del mare in quel caso il generatore deve avere almeno 5 Stelle e le emissioni di polveri devono essere inferiori a 15 milligrammi normal metro cubo.


Sostituzione di impianti a gas/metano con impianti a biomassa legnosa: mission impossible

E’ possibile sostituire generatori non a biomassa con generatori a biomassa legnosa ma i requisiti per accedere al bando sono a dir poco molto stringenti.

Innanzitutto la sostituzione può essere fatta solo installando caldaie a biomassa e non stufe o camini. Ci sono poi altri requisiti da rispettare sintetizzati nella tabella seguente:

L’incentivo regionale si somma al conto termico

Chi ha installato un impianto a biomassa legnosa che ha già beneficiato del conto termico e rispetta i requisiti tecnici previsti da Regione Lombardia potrà richiedere anche il contributo regionale. Anche per il contributo regionale fanno testo le spese ritenute ammissibili dal GSE per il conto termico.

L’entità dei contributi varia in funzione delle performance dell’apparecchio installato. Più basse sono le emissioni di polveri sottili, più alto è l’incentivo regionale (e quindi complessivo).

Nel migliore dei casi il contributo previsto dal conto termico sommato a quello regionale arriva al 95% delle spese ammissibili.

Altri requisiti:

I generatori oggetto di contributo devono essere installati in Lombardia. I soggetti interessati possono richiedere il contributo per la sostituzione di massimo 5 impianti. I contributi verranno elargiti fino ad esaurimento dello stanziamento previsto e, comunqe, entro agosto 2023.

Come presentare domanda per il bando regionale

A breve Regione Lombardia dovrebbe pubblicare le informazioni operative relative al bando.

Al momento conviene installare nuovi impianti termici a biomassa legnosa rispettosi dei requisiti tecnici illustrati e presentare domanda per il conto termico. Installazione e incentivazione con conto termico sono i due prerequisiti per accedere all’ulteriore incentivo regionale.

Informazioni

Ufficio Categorie e mercato, referente Pietro Della Ferrera ( pietro.dellaferrera@artigiani.sondrio.it – 347.3698217 )

accordo bacino padano, biomassa legnosa, delibera 5360, delibera 5646, delibera biomassa

Seguici sui social

Rimani sempre in contatto con noi e aggiornato sulle nostre iniziative

Confartigianato Imprese Sondrio
Largo dell’Artigianato, 1 - 23100 Sondrio
Telefono 0342.514343 Fax 0342.514316
C.F. 80003370147 - P.IVA 00582080149 
PEC: confartigianatoimpresesondrio@legalmail.it

Confartigianato - informativa privacy

Unidata s.r.l con unico socio
Largo dell’Artigianato, 1 - 23100 Sondrio
Telefono 0342.514343 Fax 0342.514316
C.F. 00481790145 - N.REA SO-36426
PEC: unidata.sondrio@legalmail.it
Cap. soc. euro 100.000,00 i.v.

Unidata - informativa privacy

CONTATTI