Piccola impresa, artigianato e sostenibilità sociale

Il quadro della struttura imprenditoriale in montagna e aree interne

In provincia di Sondrio sono 14.500 le Micro e Piccole imprese, pari al 99,4%.

L’alta diffusione dell’artigianato e micro e piccola impresa (MPI) nelle aree interne e di montagna rappresenta un fattore di coesione economica e sociale, come emerge dal quadro territoriale della struttura imprenditoriale pubblicato nei giorni scorsi, realizzato dall’Ufficio Studi di Confartigianato.

Alta vocazione alla micro e piccola impresa e all’artigianato

In Italia sono 510 mila le imprese totali attive localizzate in comuni montani (comuni ad altitudine non inferiore ai 600/700 metri), pari all’11,6% delle oltre 4 milioni di imprese che popolano il tessuto produttivo del nostro Paese. Sono 819 mila quelle presenti nelle aree interne (comuni significativamente distanti dall’offerta di servizi essenziali, in termini di tempi di percorrenza) pari al 18,6% del totale e 700 mila quelle dislocate nell’area appenninica (area appenninica che si estende dalla Liguria alla Sicilia) pari al 15,9% del totale. L’artigianato conta 146 mila imprese nell’area montana, il 28,7% del totale imprese localizzate in quest’area e il 14% del totale imprese artigiane presenti in Italia. Sono invece 241 mila le imprese artigiane nelle aree interne, il 29,5% delle imprese totali presenti nell’area e il 23,1% del totale, e 193 mila quelle localizzate nell’area appenninica, il 27,5% delle imprese totali registrate nell’area e il 18,4% del totale. L’incidenza dell’artigianato sul totale imprese risulta dunque superiore nelle aree montane, interne e appenniniche rispetto alla media nazionale pari al 23,7%.

L’occupazione nelle micro e piccole imprese in questi territori ha un peso maggiore rispetto alla media nazionale (72,0%) che va dall’82,0% degli addetti totali delle aree interne, al 77,5% dell’area appenninica al 76,8% dei comuni montani. Valori percentuali tutti maggiori del 68,0% rilevato nei comuni di pianura.

Gli addetti in imprese artigiane localizzate nei comuni montani sono complessivamente 371.305 e rappresentano il 21,5% del numero totale di lavoratori dipendenti e indipendenti delle aree montane (1.729.057) e il 13,9% degli occupati nell’artigianato presenti in tutta la penisola (2.663.277). Nei comuni delle aree interne gli addetti delle imprese artigiane sono 579.754 e rappresentano il 23,3% del totale lavoratori dipendenti e indipendenti delle aree interne (2.487.535) e il 21,8% degli occupati nell’artigianato in Italia. Nei comuni dell’Appennino gli addetti delle imprese artigiane sono 517.261 e rappresentano il 22,1% del totale lavoratori dipendenti e indipendenti dell’area appenninica (2.336.418) e il 19,4% degli occupati totali nell’artigianato.

In chiave regionale, il maggior numero di occupati dell’artigianato nelle aree montane si riscontra in Trentino-Alto Adige con 77.788 addetti, e Lombardia con 66.042 addetti suddivisi tra la provincia di Sondrio e le valli delle province di Bergamo, Brescia, Como e Lecco; seguono, a distanza, Liguria con 32.860 addetti e Piemonte con 28.309 addetti.

La provincia di Sondrio, con i suoi 77 Comuni ed i suoi poco più di 180.000 abitanti, è classificata come interamente territorio montano. In Valtellina e Valchiavenna, i Comuni che rientrano nelle Aree interne sono 60 per un totale di 135.000 abitanti. Le micro e piccole imprese, all’interno delle quali sono ricomprese anche le attività artigiane, sono circa 14.500 e corrispondono al 99,4% del totale delle aziende di tutta la provincia e occupano circa 44.600 addetti che corrispondono all’80,4% del totale della forza lavoro di Valtellina e Valchiavenna. 

“Riteniamo fondamentale e di supporto per le politiche e per le scelte dei decisori pubblici mettere a sistema i dati raccolti e le analisi svolte da parte degli Uffici Studi delle associazioni di categoria – commenta Alberto Pasina, Segretario provinciale di Confartigianato Imprese Sondrio – in quanto le rilevazioni sono sempre uno strumento utile ed indispensabile per inquadrare la situazione dei territori dei quali facciamo parte e prevederne l’andamento futuro.”

Artigianato, Sostenibilità sociale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui social

Rimani sempre in contatto con noi e aggiornato sulle nostre iniziative

Confartigianato Imprese Sondrio
Largo dell’Artigianato, 1 - 23100 Sondrio
Telefono 0342.514343 Fax 0342.514316
C.F. 80003370147 - P.IVA 00582080149 
PEC: confartigianatoimpresesondrio@legalmail.it

Confartigianato - informativa privacy

Unidata s.r.l con unico socio
Largo dell’Artigianato, 1 - 23100 Sondrio
Telefono 0342.514343 Fax 0342.514316
C.F. 00481790145 - N.REA SO-36426
PEC: unidata.sondrio@legalmail.it
Cap. soc. euro 100.000,00 i.v.

Unidata - informativa privacy

CONTATTI