Emergenza Covid-19, le risposte alle domande più frequenti delle imprese

In questi giorni sono tante le domande rivolte dalle nostre imprese associate, ecco le risposte alle domande più frequenti.

Ultim’ora 
In vigore da oggi, 17 marzo, il nuovo modulo autocertificazione spostamenti

Dove si possono trovare le mascherine?

In questo momento particolare purtroppo non siamo a conoscenza di Centri che possano garantire la normale consegna di D.P.I.. Si segnala purtroppo una grossa difficoltà anche per il reperimento per le stesse Strutture sanitarie, a cui quindi dovrà essere garantita la priorità.

Come raccomandato nel Protocollo pubblicato sabato 14/3, consigliamo se possibile, di dare precedenza alle lavorazioni che garantiscono le distanze raccomandate tra le persone (distanziamento sociale) e posticipare quelle che richiedono l’impiego di D.P.I. specifici.

Continueremo a verificare e controllare se ci saranno eventuali novità per potervi aggiornare immediatamente.

Bisogna fare una comunicazione per segnalare che siamo chiusi per via del decreto? (esercizi commerciali – servizi alla persona – servizi ristorazione, gelaterie, pasticcerie)
Consigliamo di mettere un cartello sulla porta con indicazione di chiusura. Generalmente va indicato che ai sensi del DPCM 11 marzo 2020 l’esercizio è chiuso.

Per gli stipendi di marzo ai dipendenti, come si procederà?
Per i dipendenti sarebbe meglio finire le ferie dell’anno precedente in arretrato e poi accedere alla cassa. Per la cassa si veda punto successivo.

In seguito all’emergenza Covid 19 ho interrotto la mia attività. Sono previsti aiuti per l’attività e per i dipendenti?
Le aziende associate interessate ad avere una risposta devono inviare mail dettagliata indicando:

1. Se si è associati
2. Il ccnl applicato
3. L’ esigenza specifica, il settore in cui si opera e da quando l’azienda è ferma con l’attività.
4. Recapito telefonico e mail
In settimana le richieste verranno analizzate e le aziende verranno contattate per tutte le informazioni del caso. In ogni caso è tutto recuperabile.

per quesiti inerenti dipendenti, cassa integrazione e FSBA scrivere a: zironi.sindacale@artigiani.sondrio.it

per altre informazioni contattare il Segretario della propria sezione o il Funzionario di categoria (recapiti sul sito alla pagina contatti).

I pagamenti in scadenza il 16 marzo sono sospesi?
Il decreto che sospende i pagamenti (cosiddetto Decreto-legge #CuraItalia) è appena stato varato dal Governo, siamo in attesa che venga pubblicato in Gazzetta Ufficiale.
Dalla bozza in nostro possesso confermiamo il rinvio dei pagamenti con scadenza 16 marzo riferito a:
. ritenute,
. Iva annuale e mensile
. contributi previdenziali
. contributi Inail

Sono stabilite diverse scadenze a seconda dei ricavi.
Per imprese, autonomi e professionisti con ricavi da 2 milioni in su, il termine per è rinviato a venerdì 20 marzo.
Per le imprese che sono al di sotto di tale fatturato, il rinvio sarà al 31 maggio con possibilità di pagare anche in cinque rate.

Per i prossimi mesi verranno date ulteriori indicazioni.

La proroga riguarda i tributi autoliquidati relativi alle ritenute dipendenti, Iva e contributi, null’altro oltre questi. Quindi la tassa di vidimazione libri sociali, scaduta ieri, deve essere versata entro il 20 marzo.

Ci sono agevolazioni per quanto riguarda le rate del finanziamento che ho in essere con la mia Banca?
Sì, il “decreto” riporta:
Sospensione integrale (sia quota capitale sia quota interessi), del pagamento delle rate dei finanziamenti/mutui in essere sino al 30/09/2020, previa richiesta avanzata all’Istituto corredata di autocertificazione ai sensi dell’art. 47 DPR 445/2000, nella quale l’azienda dichiara di aver subito una riduzione parziale o totale dell’attività quale conseguenza diretta della diffusione dell’epidemia da COVID-19.

Devo continuare a pagare le bollette?
L’ARERA (Autorità per l’energia) ha precisato in alcune delibere ( n. 59/2020 e 60/2020) che sono bloccate le attività relative alla morosità, mentre non è indicata alcuna sospensione degli obblighi di pagamento delle fatture.
I clienti CEnPI, in caso di difficoltà coi pagamenti, possono inoltrare richieste di rateizzazione a luca.gobbifrattini@artigiani.sondrio.it: se in regola con i precedenti pagamenti sarà nostra cura intercedere nella richiesta con i nostri fornitori.

Precisiamo pure che diverse imprese distributrici, sia di energia elettrica che del gas, stanno comunicando che fino al 03/04 effettueranno unicamente gli interventi ESSENZIALI quali: gestione guasti, eliminazioni situazioni di pericolo, allacciamenti urgenti (ivi comprese le riattivazioni di punti di prelievo già sospesi per morosità).
Non saranno assicurati i servizi NON ESSENZIALI legati alla distribuzione del gas.
Ricordiamo pertanto che, per tutto il periodo di vigenza delle misure straordinarie in atto, anche lo Sportello Energia – CEnPI non avrà la possibilità di evadere richieste differenti da quelle ESSENZIALI indicate.

Autocertificazione, Coronavirus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui social

Rimani sempre in contatto con noi e aggiornato sulle nostre iniziative

Confartigianato Imprese Sondrio
Largo dell’Artigianato, 1 - 23100 Sondrio
Telefono 0342.514343 Fax 0342.514316
C.F. 80003370147 - P.IVA 00582080149 
PEC: confartigianatoimpresesondrio@legalmail.it

Confartigianato - informativa privacy

Unidata s.r.l con unico socio
Largo dell’Artigianato, 1 - 23100 Sondrio
Telefono 0342.514343 Fax 0342.514316
C.F. 00481790145 - N.REA SO-36426
PEC: unidata.sondrio@legalmail.it
Cap. soc. euro 100.000,00 i.v.

Unidata - informativa privacy

CONTATTI