Edilizia – Riavvio attività nel rispetto delle procedure Covid-19

Come confermato dal DPCM del 26 aprile 2020, da lunedì 4 maggio potranno riprendere tutte le attività dei cantieri edili.

La ripresa sarà però sottoposta al rispetto delle indicazioni stabilite all’interno dei protocolli condivisi con le parti datoriali e le parti sociali. I protocolli dei quali si invita a prendere visione e rispettare fedelmente le prescrizioni sono:

  • – 24 aprile 2020;
  • nota – protocollo condiviso di regolamentazione per il contenimento della diffusione del Covid-19 nei cantieri – 24 aprile 2020;
  • protocollo condiviso di regolamentazione per il contenimento della diffusione del Covid-19 negli ambienti di lavoro – 24 aprile 2020;
  • Protocollo Condiviso Cantieri Edili – 19 marzo 2020;
  • Protocollo Condiviso Ambienti di Lavoro – 14 marzo 2020.

Ricordiamo che i protocolli si integrano tra loro e che pertanto, tutte le indicazioni, le prescrizioni e gli obblighi dei protocolli precedenti rimangono validi.

Ad una prima lettura del protocollo riguardante i cantieri edili del 24 aprile, e rispetto al precedente protocollo del 19 marzo, le principali integrazioni riguardano, oltre a maggiori specifiche riportate nel capitolo introduttivo quali assunzione di turnazione ed utilizzo degli ammortizzatori sociali, al capitolo 5 “dispositivi di protezione individuale” sesto capoverso l’obbligo per il CSP, coadiuvato dall’RLST o dall’RLS, di adeguare la progettazione di cantiere e verificarne la concreta attuazione, e ottavo capoverso il ruolo dell’addetto primo soccorso e gli obblighi informativi e di dotazioni personali a carico del Datore di Lavoro;

Altra novità riguarda la costituzione del Comitato per l’applicazione e la verifica delle regole del protocollo, capitolo dieci, che potrà, in alcuni casi, essere sostituita da un Comitato Territoriale, attenzione poi all’ultimo capoverso riguardante le funzioni ispettive di INAIL e Ispettorato e Polizia Locale.

Il suggerimento generale è quello di attivarsi al fine di applicare ed adottare in toto tutte le misure, le prescrizioni e gli obblighi indicati nei diversi protocolli sottoscritti così da garantire la ripresa in piena sicurezza delle attività.

COVID-19, Edilizia

Seguici sui social

Rimani sempre in contatto con noi e aggiornato sulle nostre iniziative

Confartigianato Imprese Sondrio
Largo dell’Artigianato, 1 - 23100 Sondrio
Telefono 0342.514343 Fax 0342.514316
C.F. 80003370147 - P.IVA 00582080149 
PEC: confartigianatoimpresesondrio@legalmail.it

Confartigianato - informativa privacy

Unidata s.r.l con unico socio
Largo dell’Artigianato, 1 - 23100 Sondrio
Telefono 0342.514343 Fax 0342.514316
C.F. 00481790145 - N.REA SO-36426
PEC: unidata.sondrio@legalmail.it
Cap. soc. euro 100.000,00 i.v.

Unidata - informativa privacy

CONTATTI