Trasporto persone – Ristori delle rate di leasing per acquisto veicoli

Trasporto persone – Ristori delle rate di leasing per acquisto veicoli – Decreto MIMS

Il Decreto del MIMS, emanato di concerto con il MEF, del 28 ottobre 2021, recante «Modalità per l’erogazione di ristori per il rinnovo del parco rotabile a favore delle imprese di trasporto di persone su strada», è stato modificato dal recente Decreto del 29 marzo 2022, emanato dal MIMS di concerto con il MEF e pubblicato su G.U. del 29 aprile 2022.

Rammentiamo che il decreto del 28 ottobre 2021 prevede misure di sostegno per il settore del trasporto collettivo su strada non soggetta obblighi di servizio pubblico. Il provvedimento individua le modalità di erogazione di contributi alle imprese che ne fanno domanda fino a raggiungere la cifra complessiva di 70 milioni di euro. In particolare, per il 2021, vengono destinati 20 milioni a imprese che svolgono servizi di linea a lunga percorrenza con autobus per il ristoro delle rate di finanziamento dei canoni leasing, con scadenza compresa tra il 23 febbraio e il 31 dicembre 2020, riferiti agli acquisti effettuati a partire dal 1° gennaio 2018 di veicoli nuovi appartenenti alle categorie M2 e M3.

I restanti 50 milioni, per il 2020, sono invece destinati alle imprese di servizi di noleggio con conducente per il ristoro delle rate di finanziamento dei leasing con scadenza compresa tra il 23 febbraio e il 31 dicembre 2020 per gli acquisti di veicoli delle stesse categorie effettuate a partire dal 1° gennaio 2018. I contributi, fino a un massimo di 1,8 milioni per impresa, possono essere concessi a condizione che l’impresa non fosse già in difficoltà economica alla data del 31 dicembre 2019.

Con il decreto di modifica, vista la perdurante crisi di liquidità economica della totalità delle imprese di trasporto su strada di persone, rientranti in uno dei settori maggiormente colpiti dalla pandemia ancora in essere, si consente alle imprese di ricevere il ristoro di rate scadute prima di produrre la quietanza di pagamento delle medesime.

Siamo in attesa che venga emanato il decreto direttoriale che individuerà i termini per la produzione al MIMS delle quietanze delle rate e dei canoni, aventi importo pari a ristoro del contributo concesso.

Acquisto veicoli, Trasporto persone

Seguici sui social

Rimani sempre in contatto con noi e aggiornato sulle nostre iniziative

Confartigianato Imprese Sondrio
Largo dell’Artigianato, 1 - 23100 Sondrio
Telefono 0342.514343 Fax 0342.514316
C.F. 80003370147 - P.IVA 00582080149 
PEC: confartigianatoimpresesondrio@legalmail.it

Confartigianato - informativa privacy

Unidata s.r.l con unico socio
Largo dell’Artigianato, 1 - 23100 Sondrio
Telefono 0342.514343 Fax 0342.514316
C.F. 00481790145 - N.REA SO-36426
PEC: unidata.sondrio@legalmail.it
Cap. soc. euro 100.000,00 i.v.

Unidata - informativa privacy

CONTATTI