La perdurante crisi dell’edilizia – Analisi e prospettive di un settore strategico

Nel corso del Direttivo provinciale della categoria Edilizia svoltosi nei giorni scorsi i rappresentanti si sono soffermati sull’andamento congiunturale anche alla luce dei dati emersi dalle periodiche relazioni delle associazioni di categoria.

Il Presidente provinciale di ANAEPA Confartigianato Costruzioni, Davide Zanoli, ha illustrato e commentato i dati che emergono dall’ultimo rapporto dell’Ufficio studi di Confartigianato, elaborato sui dati Istat e Cassa Edile, dai quale emerge che in provincia di Sondrio il settore dell’edilizia nel 2013 ha segnato una decrescita del 9% ed inoltre la crisi ha portato alla chiusura di 187 aziende. Il calo degli occupati è meno accentuato rispetto alla media nazionale ma è un dato altrettanto drammatico essendo passati da circa 5000 addetti a poco più di 2500.

“In aggiunta alle cronicità che da anni penalizzano il settore, come le difficoltà di accesso al credito, i tempi biblici dei pagamenti, la sempre più complicata burocrazia e la progressiva destrutturazione

Davide Zanoli

del comparto – sottolinea Zanoli – si aggiungono il calo delle compravendite immobiliari, il calo dei mutui alle famiglie ed i pesanti aumenti della fiscalità sulla casa, tutti segnali scoraggianti anche per quei pochi temerari che avrebbero un’intenzione di acquisto”.

Un intervento positivo, nel quadro critico complessivo, si può giudicare la proroga degli eco bonus per le ristrutturazioni e gli interventi sul risparmio energetico che stimola qualche piccolo investimento da parte dei privati.

“Accanto ai bonus fiscali – aggiunge Zanoli – andrebbe ripresa in mano la proposta di legge sulla regolamentazione della professione edile, che da anni giace chiusa in un cassetto, al fine di qualificare un settore dove veramente chiunque, di qualunque nazionalità, può diventare imprenditore senza aver alcuna qualifica o esperienza, e dovrebbe essere completamente rivisto anche il principio del massimo ribasso riguardante gli appalti pubblici, fonte di aggiudicazioni al limite e pregiudizievoli per un lavoro “ad opera d’arte” come si chiede e come si è abituati a fare nel comparto artigiano.”.

Le stesse proposte sono state presentate, da una delegazione formata anche dai rappresentanti del comparto, al Governo lo scorso 18 febbraio in concomitanza con la manifestazione nazionale di Rete Imprese Italia. Come Confartigianato Costruzioni continueremo a sollecitare il Governo ad intraprendere azioni concrete.

Anaepa, Crisi, Davide Zanoli, Edilizia

Seguici sui social

Rimani sempre in contatto con noi e aggiornato sulle nostre iniziative

Confartigianato Imprese Sondrio
Largo dell’Artigianato, 1 - 23100 Sondrio
Telefono 0342.514343 Fax 0342.514316
C.F. 80003370147 - P.IVA 00582080149 
PEC: confartigianatoimpresesondrio@legalmail.it

Confartigianato - informativa privacy

Unidata s.r.l con unico socio
Largo dell’Artigianato, 1 - 23100 Sondrio
Telefono 0342.514343 Fax 0342.514316
C.F. 00481790145 - N.REA SO-36426
PEC: unidata.sondrio@legalmail.it
Cap. soc. euro 100.000,00 i.v.

Unidata - informativa privacy

CONTATTI