Acustica in edilizia: Confartigianato propone modifiche al decreto

Il Presidente di Confartigianato Giorgio Guerrini, rendendosi interprete delle preoccupazioni espresse dalle categorie interessate, in particolare da ANEAPA e dalle categorie del Legno, dell’Arredo e degli Impianti, ha fatto pervenire una dettagliata lettera al Ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo, nella quale viene fatto il punto sul Decreto Legislativo (che sostituirà il DPCM 5.12.1997) in tema di acustica in edilizia, secondo quanto previsto dalla legge Comunitaria 2008 (legge 88 del 7 luglio 2009) e confermato dalla Comunitaria 2009 (legge 46 del 4 giugno 2010) recentemente entrata in vigore.

La lettera, redatta a nome di Confartigianato, esprime profondo rammarico per la ristrettezza dei tempi che non ha consentito alle associazioni di settore di contribuire alla definizione del decreto legislativo e, al tempo stesso, preoccupazione per l’impatto sul sistema nazione in termini tecnici, economici e occupazionali.

In primo luogo, tra le proposte avanzate da Confartigianato, la possibilità di applicare il decreto solo agli edifici di nuova costruzione, il cui progetto, ai fini del rilascio del titolo abilitativo edilizio, è presentato dopo l’entrata in vigore del decreto stesso. Per gli edifici di nuova costruzione dovrebbe essere richiesto il rispetto dei valori di cui alla classe III della norma UNI 11367, con una tolleranza ammessa di 3 dB per ogni singolo requisito. Occorre, inoltre, considerare la correlazione con le Norme Tecniche per le Costruzioni e con il quadro legislativo in merito al risparmio energetico degli edifici. Infine, fermo restando il rispetto della classe III con riferimento ai singoli requisiti previsti dalla norma UNI 11367, Confartigianato suggerisce di stabilire la volontarietà della classificazione acustica delle unità immobiliari.

Scarica la Lettera al Ministro Prestigiacomo in formato PDF (388KB)

Anaepa, Confartigianato, Edilizia, Giorgio Guerrini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui social

Rimani sempre in contatto con noi e aggiornato sulle nostre iniziative

Confartigianato Imprese Sondrio
Largo dell’Artigianato, 1 - 23100 Sondrio
Telefono 0342.514343 Fax 0342.514316
C.F. 80003370147 - P.IVA 00582080149 
PEC: confartigianatoimpresesondrio@legalmail.it

Confartigianato - informativa privacy

Unidata s.r.l con unico socio
Largo dell’Artigianato, 1 - 23100 Sondrio
Telefono 0342.514343 Fax 0342.514316
C.F. 00481790145 - N.REA SO-36426
PEC: unidata.sondrio@legalmail.it
Cap. soc. euro 100.000,00 i.v.

Unidata - informativa privacy

CONTATTI